Seguimi sui social:

Stitichezza e riflessologia plantare: un aiuto prezioso!

Stitichezza non iuvant.
La stipsi è un fastidio diffuso. Molte persone lo hanno cronico, altre saltuario, e le concause posso essere molte: cattiva alimentazione, spostamenti, stress, patologie, scarsa attivitá peristaltica e predisposizione individuale, giusto per citarne alcune.

Quali sono i danni della stitichezza?

Non evacuare regolarmente comporta un accumulo di scorie nell’intestino crasso.

Queste possono comportare una pancia gonfia e dolorante e sicuramente una produzione di tossine, quindi intossicazione. Ciò conduce a stanchezza eccessiva, pelle grigia e spenta (non per nulla in medicina tradizionale cinese l’intestino crasso si lega al polmone, che governa la cute) e abbassamento delle difese immunitarie.

La stitichezza provoca inappetenza, alito fetido, accumulo di gas nell’intestino, aggrava le emorroidi e le ragadi anali, è accompagnata da disturbi generali prodotti dall’assorbimento delle sostanze tossiche trattenute le quali agiscono sul sistema nervoso e sul sangue (cefalea, vertigini, pallore della pelle, astenia, a volte febbricola eccetera), peggiora i disturbi neuropsichici (per i cinesi può portare a tristezza melanconica, anche qui dal legame con il polmone).

Cos’è la riflessologia plantare?

La riflessologia plantare è una tecnica di pressione manuale che agendo sul piede consente alla persona di ristabilire un equilibrio mentale e fisico, restituendo armonia di funzionamento tra gli organi, i sistemi corporei e il sistema nervoso ossia riportando l’omeostasi che dovrebbe essere naturale in un individuo sano, questo perchè nei vari distretti del piede vengono riflessi tutti gli organi e le strutture dell’organismo.

Dando i giusti impulsi a questi punti stimoliamo l’organismo a ritrovare la sua condizione di salute, dando energia ed informazione alle parti in squilibrio.  (Qui puoi vedere dei brevi filmati esplicativi).

Può aiutarmi nella mia stitichezza?

Direi proprio di si!
Nel trattamento, attraverso la manipolazione dei punti riflessi del corpo umano, andiamo ad armonizzare le possibili cause del problema e stimoliamo il risanamento degli effetti:

L’attività peristaltica. Le manipolazioni stimolano il sistema viscerale nel complesso e nell’obiettivo proposto l’attività dell’intestino crasso aiutando così l’evacuazione e sgonfiando il ventre.

Detox. Stimolando il sistema endocrino e gli organi emuntori l’organismo si purifica ed espelle le tossine accumulate più velocemente.

Il rilassamento. Lo stress e le tensioni emotive (soprattutto tristezza e peoccupazione) sono fattori incisivi sulla pigrezza intestinale. Il trattamento induce un senso di distensione emozionale e un piacere fisico legato al rilassamento muscolare.

Riequilibrio energetico. Migliore è il fluire complessivo della bioenergia e più veloce risulta il riequilibrio delle problematiche in atto. La riflessologia lavora in questo senso, e vi si può abbinare la stimolazione locale dei punti energetici della Medicina Tradizionale Cinese per aumentarne l’efficacia.

Lavoro sulle cause profonde. Da un punto di vista psicosomatico la stipsi può essere concatenata ad eventi sentiti lesivi e difese inconsce, verso tematiche come il trattenere/lasciar andare e il rapporto con cosa è esterno a noi. Le tecniche riflessologiche consentono un approccio a queste situazione attraverso la mediazione corporea.

Quindi si, la riflessologia può essere un ottimo aiuto.
Come sempre ciò dipende, oltre che dalle capacità dell’operatore anche dalla sintonia del ricevente con la tecnica, l’impostazione di un percorso corretto e un lavoro a casa su ciò che può emergere in seduta (questi aspetti sono fondamentali (vedi la mia impostazione di lavoro in merito).

La riflessologia è una tecnica dolce ed efficace che consiglio vivamente di provare 🙂

#riflessologiaplantare #stipsi #staremegliosipuò #andreacappannari

 

Condividi questo articolo con chi vuoi

Condividi su facebook